«

»

Feb 07

Invito alla conferenza stampa alla Camera dei Deputati sui gravissimi danni da gelo e neve nelle campagne del mezzogiorno

RETE DEI MUNICIPI RURALI
ALTRAGRICOLTURA
RETE MAIPIU DEI COMITATI DEGLI ALLUVIONATI
MOVIMENTO RISCATO
TAVOLO VERDE

Invito alla Conferenza Stampa
Sala Stampa della Camera dei Deputati 8 febbraio 2017 ore 17.30/18,30

PER LE CAMPAGNE DEL CENTRO SUD LA NEVE E IL GELO 2017 SONO COME UNTERREMOTO
SERVE LO SFORZO E L’ATTENZIONE PIÙ GRANDE PER NON PERDERE LAVORO,
AZIENDE, GESTIONE DEL TERRITORIO

 

Roma, 7 febbraio 2017 ore 18.
16508889_1215373885242845_5178239074774487660_nNel quadro di una serie di incontri con le forze politiche e le istituzioni regionali e nazionali che sono in essere da diversi giorni, si è tenuto oggi alle ore 14.30 l’incontro alla Camera dei deputati fra una delegazione di sindaci, associazioni, imprenditori agricoli e forze parlamentari promosso dalla Rete dei Municipi Rurali per illustrare la gravissima situazione nelle aree rurali del centro sud colpite dalla eccezionale ondata di neve e gelo del gennaio 2017, avanzare proposte di soluzione dei problemi e conoscere le iniziative istituzionali e politiche in atto.

All’incontro hanno partecipato, fra gli altri, il Sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione, gli On.li Nicodemo Oliveiro e Maria Antezza per il PD, l’On.le Giuseppe L’Abbate per il M5S, l’On.le
Cosimo Latronico per il Gruppo Conservatori e Riformisti, l’On.le Antonio Placido per SEL. Presenti i sindaci di Montalbano (Piero Marrese) e Scanzano J. (Raffaello Ripoli) a nome della Rete dei Municipi
Rurali che associa Sindaci, organizzazioni, movimenti e imprese attive in ambito rurale, diversi imprenditori agricoli meridionali e rappresentanti di associazioni (fra l’altro Movimento Riscatto,
Altragricoltura, Tavolo Verde) coordinati da Gianni Fabbris vicepresidente della Rete dei Municipi Rurali.

L’incontro ha fatto seguito a due importanti e partecipate iniziative tenute a Ginosa (TA) e Vittoria (RG) in cui è stato lanciato il grido di allarme per le gravissime ferite aperte nelle campagne del Mezzogiorno dall’impatto con la gelata e la neve delle scorse settimane.
“Per le campagne questo non è una semplice calamità” sottolinea nell’incontro la delegazione ai parlamentari “è un vero e proprio terremoto che si è abbattuto su alcune aree dell’ortofrutta e
dell’allevamento distruggendo raccolti invernali, abbattendo strutture e compromettendo le coltivazioni per il futuro”.
Una prima stima di danni, sostiene la delegazione, è di svariate centinaia di milioni di euro (almeno cento per la Puglia e oltre cinquanta dalla Basilicata solo dai primi rilevamenti), dunque occorre
urgentemente intervenire per evitare il disastro della chiusura di aziende (o del loro indebolimento in maniera gravissima) che sono spesso una parte decisiva della capacità competitiva del sistema agroalimentare italiano e del Made in Italy.

La delegazione ha posto tre questioni agli interlocutori:
– la necessità della riforma delle norme e degli strumenti con cui si interviene sulle calamità in agricoltura (sempre meno episodiche e sempre più impattanti anche per la condizione di crisi del settore e per la tenuta dei territori)
– la necessità di un intervento straordinario e urgente che intervenga efficacemente per ricostruire le condizioni produttive delle aziende
– l’urgenza e la certezza di dotazioni finanziarie adeguate e di strumenti normativi anche in deroga che assicurino risposte quantitative e nei tempi per evitare che le aziende colpite chiudano e con esse si perda lavoro, capacità economiche e gestione del territorio.

Il Sottosegretario Castiglione ha sottolineato i primi interventi già messi in atto dal Governo (15 milioni di euro che si aggiungono alla disponibilità residua del Fondo Nazionale, un provvedimento
straordinario agganciato al decreto terremoto che si fa carico di una serie di deroghe, l’indicazione di uno sforzo nella direzione di rinforzare gli strumenti e l’accesso per l’assicurazione dei rischi)
condividendo la necessità di mettere in campo uno sforzo che ha, comunque, bisogno di coinvolgere e coordinare le azioni di parti sociali, imprese, istituzioni di nazionali e regionali.

I parlamentari intervenuti, assicurando il loro impegno, hanno condiviso l’obiettivo di mettere in campo ogni sforzo possibile di fronte alla gravità della situazione sia intervenendo sugli strumenti istituzionali, legislativi e le procedure di iniziativa sulle calamità sia con una azione efficace e urgente sugli effetti di neve e gelo del gennaio 2017 nelle aree rurali.

Obiettivi, questi, che hanno bisogno di un tavolo e un percorso di lavoro aperto al contributo di tutti i soggetti interessati e coinvolti che realizzi con ogni urgenza la finalizzazione degli obiettivi per
evitare che accada quello che finora è accaduto per le calamità in agricoltura: pochi spiccioli, solo per alcuni, dopo molti anni. La delegazione ha chiesto al Sottosegretario Castiglione di farsene
promotore annunciando, fra l’altro, di aver chiesto all’Assessore all’Agricoltura della Puglia Leonardo Di Gioia (coordinatore del tavolo agricolo della Conferenza Stato Regioni) la Convocazione della
Conferenza Stato Regioni per allargare e approfondire il confronto con le Regioni direttamente coinvolte e verificare in che misura si stiano predisponendo iniziative che pure sarebbero possibili se fossero sfruttate le opportunità che già sono previste dalle misure dei PSR e del PSN.

Per presentare le proposte, illustrare il quadro delle iniziative in campo e documentare la gravissima situazione nelle aree rurali del Mezzogiorno dopo il gennaio 2017, la delegazione della Rete dei Municipi Rurali invita alla Conferenza Stampa che si terrà congiuntamente ai parlamentari presenti all’incontro mercoledi 8 febbraio 2017 alle ore 17.30 presso la Sala delle Conferenze Stampa della Camera dei Deputati a Roma.

Nella conferenza, fra l’altro, verà presentato un appello agli organi di informazione perchè “aprano un riflettore su quanto sta accadendo nelle campagne del Centro Sud perchè per le aree e le comunità rurali la neve e il gelo del gennaio 2017 sono come un terremoto”.

Info e contatti:
Gianni Fabbris 3466483882

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *