«

»

Feb 04

Neve e gelo: Altragricoltura invita le forze parlamentari.

Quello che segue è l’nvito che è stato inviato alle forze parlamentari per l’incontro che si terrà c/o la Camera dei Deputati, martedì 7 febbraio 2017 per discutere delle proposte sui gravissimi effetti di gelo e neve nelle aree rurali del centrosud che si sono verificate quest’anno.
Buona lettura

——

Ai parlamentari delle Commissioni agricoltura di Camera e Senato
Ai Capigruppo di Camera e Senato

Pregiati,
lunedi 23 gennaio scorso si è tenuta nel Cinema di Ginosa Marina un affollato e partecipato incontro interregionale per discutere delle proposte sui gravissimi effetti di gelo e neve nelle aree rurali del centrosud. All’incontro abbiamo invitato tutte le associazioni, movimenti, organizzazioni del territorio, gli eletti, gli agricoltori.
Ci muove l’idea che le misure con cui sono state affrontate fin qui le calamità in agricoltura sono assolutamente inefficaci e inadeguate a fare fronte ai gravissimi problemi indotti in una serie di aziende del territorio soprattutto in una fase delicatissima come questa in cui la crisi economica e finanziaria lascia le aziende nella incapacità di fare fronte con anticipazioni ai danni sopportati a impianti e produzioni.
Ci stiamo confrontando con gli Assessori regionali di diverse regioni chiedendo loro che coordinino fra di loro le richieste e che definiscano con il governo un pacchetto di misure straordinarie per affrontare con urgenza gli effetti di quello che noi consideriamo un evento che si abbattuto come un terremoto nelle aree rurali e sull’agricoltura di diverse zone del nostro centro sud ma, anche, perché si apra un percorso per riformare ed adeguare gli strumenti con cui vengono affrontati i problemi derivanti alle calamità nelle aree rurali.
Dall’assemblea di Ginosa è scaturito un Coordinamento che fa capo alla Rete dei Municipi Rurali (costituita da due anni associando rappresentanti istituzionali, associazioni ed imprese ) e che ha elaborato proposte in ordine a tre questioni:
– la riforma degli strumenti di intervento sulle calamità in agricoltura per cui chiediamo che Parlamento e Governo avviino e definiscano un percorso di revisione profonda visto il carattere sempre meno episodico degli eventi calamitosi e l’inadeguatezza e inefficacia delle misure in essere
– la richiesta di dotazione del FSN con risorse adeguate e il concerto con gli strumenti e le disponibilità delle risorse regionali per venire incontro alle necessità vere
– la richiesta di un provvedimento straordinario che affronti l’eccezionalità degli eventi delle gelate e della neve del gennaio 2017
Vi proponiamo un incontro per potervi presentare le proposte e i documenti conseguenti e per conoscere da parte delle forze parlamentari quali iniziative politiche e istituzionali siano in essere o in programma.
Abbiamo concordato con tre parlamentari lucani (gli On.li Antezza, Latronico e Placido) la possibilità di tenere un incontro martedi 7 febbraio alle ore 14 presso la Galleria dei Presidenti della Camera dei Deputati con una delegazione formata da due sindaci pugliesi, due lucani e due siciliani oltre che quattro rappresentanti di reti e realtà di imprese fortemente colpite.
Abbiamo, peraltro, chiesto al Sottosegretario Giuseppe Castiglione un incontro nello stesso giorno per poter apprendere le iniziative che il Governo ha in cantiere e per prospettare le nostre proposte.
Ci farebbe piacere, dunque, incontrarvi nell’occasione della nostra venuta per investirvi delle istanze e confrontare le posizioni delle forze parlamentari e politiche nella speranza di poter utilmente stimolarvi e raccogliere i vostri impegni.
Ne ringraziarvi per la disponibilità e nella speranza di vedervi martedi prossimo, per ogni info vi prego di contattarmi al 3466483882 o di fare riferimento alle pagine del sito di riferimento http://terrejoniche.net/nevegelo2017.
Vi saluto e vi ringrazio per l’attenzione

Gianni Fabbris, vicepresidente della Rete di Municipi Rurali e coordinatore nazionale di Altragricoltura e Movimento Riscatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *